Kde 4++, gli ultimi sviluppi.

Ho appena finito di aggiornare il mio kde 4++ col solito kdesvn-build e ho immediatamente notato i miglioramenti apportati al pannello, alle barre laterali dei plasmoidi e la particolarità di alcuni di essi venuti fuori da un bel kdesvn-build kdeplasma-addons.
Ecco tre screenshots che testimoniano questi cambiamenti; notate il nuovo sistema di “setting” del pannello,

[singlepic=610,320,240,,]
le nuove barre laterali di folderview
[singlepic=611,320,240,,]
e la bellezza del mio desktop,
[singlepic=612,320,240,,]
W plasma!

Koffice Beta, la grande sfida.

Il 25 di Settembre è stato annunciato il rilascio di Koffice beta 1 e io ho voluto provarlo sul mio kde4++ svn. Così kdesvn-build koffice, e, dopo circa due ore e mezza tra download e compilazione ecco il risultato attraverso tre screenshots:

[singlepic=606,320,240,,] [singlepic=607,320,240,,] [singlepic=608,320,240,,] [singlepic=609,320,240,,]

Queste le principali  applicazioni proposte:

  • KWord, un Word processor;
  • KSpread, un foglio di calcolo;
  • KPresenter, gestore di presentazioni;
  • KPlato, un Project management software;
  • Karbon, un editor di grafica vettoriale;
  • Krita, un editor di grafica bitmap;
  • Kchart, un gestore di grafici disponibile come plugin e quindi integrato nelle altre applicazioni.

Per altre informazioni sul download e l’utilizzo di Koffice su altri sistemi operativi (Koffice è multipiattaforma) consultate questa pagina.
Sinceramente non credo che questa release sia ancora all’altezza di OpenOffice o di MsOffice, anche se è indubbio che il grande lavoro svolto dagli sviluppatori abbia portato notevoli miglioramenti a tutto il pacchetto. Forse conviene aspettare il rilascio definitivo per avere più elementi ed esprimere un giudizio più compiuto, comunque il mio pensiero è che lo sviluppo di questa suite dipenda in un certo qual modo dalle fortune di Kde4 al quale mi sembra intrinsecamente legato, nonostante la sua vocazione multisistemica.

Adobe Air per Linux, Beta, ma secondo a nessuno.

Ho provato Adobe Air (Adobe Integrated Runtime) per Linux, il famoso sistema di runtime multi piattaforma che permette l’utilizzo di Flash, Flex, JavaScript, Ajax per la creazione di rich Internet application (RIA). e lo trovo una meraviglia. Non starò a dilungarmi sulle caratteristiche del prodotto, lo hanno già fatto in molti, né intendo prendere parte a guerre di “religione” sul più o meno presunto avvicinamento di Adobe al mondo open source, mi interessa semplicemente la bontà del prodotto e, credetemi, buono lo è davvero. L’installazione è facile, basta scaricare l’installer da qui, renderlo eseguibile con chmod +x adobeair_linux_b1_091508.bin e lanciarlo così: ./adobeair_linux_b1_091508.bin. Alla fine avremo due nuove voci nel menu Applicazioni–>Accessori:

[singlepic=605,320,240,,]

Ho provato anche due esempi di applicazioni scaricate dal sito di Adobe Labs, Fresh, un lettore di feed rss,  [singlepic=603,320,240,,]

e RoadFinder che combina la potenza di due dei più popolari sistemi di mappe online: Yahoo Maps e Google Maps. [singlepic=604,320,240,,]
Ovviamente per chi ha capacità e voglia di apprendere, niente è più bello che costruirsi le applicazioni da soli. O no?

Gnome-art-roadmap

Questa settimana abbiamo assistito al rilascio di Gnome 2.24 che presto sarà seguito dalla versione 2.26 e 2.28, fino alla definitiva 3.0 prevista per il 2010. Tuttavia, mentre le indiscrezioni su Gnome 3.0 sono ancora piuttosto scarse, è stata pubblicata la prima road-map dell’ artwork user-interface.

[singlepic=602,320,240,,]
Questi i punti salienti:

  • nuova versione di GDM;
  • eliminazione dello splash screen;
  • nuovi sfondi;
  • una “dock mode” con icone più larghe stile Mac OS X;
  • uso di Mango (il nuovo set di icone che dovrebbe sostituire Tango);
  • nuove animazioni per migliorare l’estetica e l’usabilità.

Altri feedback a questo link.

XBox Media Center Atlantis Beta 1

Ricordate questo post: Compilare Xbox Media Center su Ubuntu Gutsy ? Ora non c’è più bisogno di compilare, ma, e siamo già alla versione beta 1, sono stati creati dei comodi pacchetti per le varie Ubuntu (Feisty, Gutsy, Hardy) di questo straordinario Media Center multipiattaforma (disponibile per Windows, Linux, Mac, XBox). Tre le grandi novità:

  1. la nuova skin “PM3.HD” di default su Windows, Linux, Mac, mentre gli utenti di Xbox possono sceglierla tra quelle disponibili;
  2. XBMC Live, un cd bootable per provare il Media Center senza modificare il proprio sistema, facilmente installabile su chiavetta usb;
  3. la release per Mac ha il supporto integrato  ad iTunes e iPhoto.

Più complete informazioni si possono reperire a questo link, mentre per l’installazione su Hardy basta inserire in /etc/apt/sources.list le righe seguenti:
deb http://ppa.launchpad.net/team-xbmc-hardy/ubuntu hardy main
deb-src http://ppa.launchpad.net/team-xbmc-hardy/ubuntu hardy main

poi un bel sudo apt-get update ed infine sudo apt-get install xbmc.
XBMC è ancora una versione beta quindi soggetta a bachi; la release finale è prevista per Ottobre. [singlepic=600,320,240,,]