Ubuntu insegue Apple e Microsoft?

Sembra di si, almeno nel campo della vendita di brani DRM (rigorosamente free, naturalmente). Pare che con la 10.04 Ubuntu integrerà un Music Store (in partnership con 7Digital) sulla scia di Apple ITunes, con una qualità decisamente elevata, si parla di almeno 256 kbps. Le caratteristiche principali: il servizio è stato implementato come un plugin, per cui lo si può utilizzare con i più disparati player – per accedervi è necessario registrare gratuitamente un account su Ubuntu One cloud storage – le canzoni saranno direttamente trasferite su Ubuntu one, sincronizzate col PC e aggiunte a Rhythmbox – sempre attraverso Ubuntu one sarà possibile masterizzare le canzoni in un CD, riprodurle e sincronizzarle con i lettori mp3 più disparati. Si, anche con l’iPod per mezzo della libreria libgpod su Rhythmbox e, speriamo al più presto, con la nuova versione di podsleuth + Banshee. Bene, adesso gustatevi un’anticipazione sul blog di un Ubuntu One Music Store beta tester. Come al solito guardare è meglio che immaginare. O no?

Posted in Ubuntu and tagged , , .

2 Comments

  1. Mozilla Firefox 3.6.3 Windows XP

    Ma che razza di articolo è?
    “vendita di brani DRM (rigorosamente free…)”
    E’ una frase senza senso. DRM non è un formato di file, è un metodo di protezione. E dire che sono rigorosamente free non ha senso.
    La frase corretta caso mai avrebbe potuto essere “vendita di brani MP3 (rigorosamente DRM free)”
    Se non si sanno le cose evitiamo di scrivere pastrocchi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>