Android is Linux!

Il padre di Linux è Unix. Android è figlio di Linux. Anche MacOsx è figlio di Unix. Dunque Android e iPhone sono parenti!

Condividere file con nfs è meglio

Nel post precedente ho cercato di spiegare come condividere file tra due pc linuc con samba. Tuttavia questo protocollo nasce originariamente come interfaccia che permette la condivisione di risorse tra sistemi windows e linux; è quindi ovvio che quando le macchine in rete sono pc linux la scelta giusta non è più samba, tra l’altro piuttosto “pesante”, ma il protocollo appositamente sviluppato per i sistemi *nix, cioè nfs.

Ecco come ho fatto io:

Server:

  • Installazione di Nfs (sudo apt-get install portmap nfs-kernel-server);
  • condivisione delle cartelle (sudo gedit /etc/exports); per ogni cartella da condividere inserire nel file exports la seguente riga: /Condivisa/192.168.0.2(rw,sync)
  • rendere effettiva la condivisione con il comando exportfs -a
  • specificare i client a cui permettere l’accesso (nel mio caso è uno solo):
    gedit /etc/hosts.allow;
    inserire la riga portmap mountd nfsd statd lockd rquotad : 192.168.0.2 (ip del client);
  • rendere effettive le modifiche riavviando i demoni;
    sudo /etc/init.d/portmap restart
    sudo /etc/init.d/nfs-kernel-server restart;
  • creare la cartella con l punto di mount (mkdir /media/ArchivioDesktop)


Client

  • Installazione di Nfs (sudo apt-get install portmap nfs-common);
  • modificare il file /etc/hosts.allow:
    gedit /etc/hosts.allow;
    aggiungere la riga portmap : 192.168.0.1 (ip del server);
  • creare la cartella con l punto di mount (mkdir /media/ArchivioLaptop).

Adesso montiamo le cartelle condivise:

  • sudo mount -t nfs 192.168.0.2:/home/maddom/CondivisaLaptop /media/ArchivioDesktop (sul server);
  • sudo mount -t nfs 192.168.0.1:/home/maddom/CondivisaDesktop /media/ArchivioLaptop (sul client);

Su Ubuntu le due cartelle appariranno sulla scrivania e in Risorse del menu di Gnome.
Naturalmente possiamo fare in modo di montare le cartelle all’avvio editando il file /etc/fstab:

  • sudo gedit /etc/fstab;
  • 192.168.0.2:/home/maddom/CondivisaLaptop /media/ArchivioDesktop nfs rw,hard,intr 0 0 (sul server);
  • 192.168.0.1:/home/maddom/CondivisaDesktop /media/ArchivioLaptop nfs rw,hard,intr 0 0 (sul client).

E’ chiaro che questo tipo di configurazione è adatta ad una rete casalinga tra due pc, dove non ci sono problemi di sicurezza e non si ha la necessità di implementare protezioni varie e di permettere/negare l’accesso a questo o quel client (in questo caso bisogna editare il file /etc/hosts.deny, ma non è oggetto di questo post), per cui se questa è la vostra condizione questa guida fa per voi.

8 comments for “Condividere file con nfs è meglio

  1. Nicola
    11 maggio 2008 at 18:43
    Mozilla Firefox 2.0.0.8 Linux

    Non vorrei sembrare pedante ma pure il NFS è superato da eoni: ha più di 20 anni (nato nel 1984!!!) e in informatica sono parecchie ere geologiche nonostante le pezze aggiunte successivamente.

    Proporrei un articolo riparatore titolato “Condividere file con coda è meglio”.

  2. Mad
    11 maggio 2008 at 21:13
    Mozilla Firefox 3.0b5 Linux

    Continuo a sostenere che Nfs sia il modo migliore per condividere file tra pc linux. E’ sicuramente più “vecchio”, ma è meno pesante di samba, presenta, a mio parere, meno problemi di configurazione e, oltretutto, non soffre di grossi bug ( nel post precedente ne ho documentato uno piuttosto fastidioso di system-config-samba).

  3. Pingback: the go between
  4. alex23
    9 dicembre 2009 at 14:08
    Mozilla Firefox 3.5.5 Linux

    Una guida così fatta male non l’ho mai vista!!! Dai troppe cose per scontato! S domande
    1) Paghi il tuo provider a numero di frasi?
    2) L’hai copiata da qualche parte?

  5. Mad
    9 dicembre 2009 at 14:48
    Mozilla Firefox 3.5.5 Ubuntu Linux

    @alex23
    Per cultura e formazione rispetto le opinioni di tutti e ad esse verrà sempre dato spazio su questo blog. Mi piace Voltaire, figuriamoci. Tuttavia se mi si accusa di “scopiazzare” divento un tantino irascibile. Per tua norma e regola tutto ciò che è postato su questo sito viene ampiamente testato dal sottoscritto, diveramente viene sempre indicata la fonte dell’articolo. In merito alla prima obiezione (eufemistico) faccio notare come sia descritto ogni singolo passaggio del processo di configurazione di nfs, evitando volutamente inutili argomentazioni. Del resto se si ha bisogno della spiegazione dettagliata del singolo step, probabilmente non si posseggono le nozioni basilari di GNU/Linux, dunque conviene riprendere a studiare.

  6. brvsn
    17 dicembre 2012 at 18:28
    Mozilla Firefox 17.0 Linux

    però però però.. sarebbe un’idea geniale quella di far pagare certi servizi web in base al numero di frase dette!! Forse finalmente riusciremmo a leggere meno cacchiate in giro e la maggior parte delle persone si limiterebbe a parlare solo di ciò che realmente sa!!

    Complimenti per l’articolo che si capisce bene, ammesso di avere le nozioni basilari, senza inutili fronzoli che spesso non fanno altro che aumentare la confusione e ci allontanano dallo scopo principale, io..

    Proverò presto questi passaggi perché è proprio ciò che avevo bisogno e che mi ha fatto arrivare qui cercando su Google..
    Grazie mille,
    a presto! ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook