Archivi categoria: Varie

I misi ill’annu

I misi ill’annu è una recita in dialetto agropastorale che si tiene a Rodì Milici in occasione del carnevale. La tradizione risale a circa un secolo fa ed è stata messa su carta dal poeta Giuseppe Trifilò. Pare che egli abbia composto tali versi sulla nave che dagli USA lo riportava in patria. Si tratta di una rappresentazione con 15 personaggi che ricoprono i ruoli di: i 12 mesi dell’anno, il re, il poeta e il viandante. Ciascuno dei mesi aspira alla corona di Re e getta in faccia (urlano proprio) al sovrano le ragioni per le quali meriterebbe tale incoronazione. Naturalmente non sveliamo il resto (guardate il video, vi assicuro è una mezz’ora spesa bene). Per finire due annotazioni: i cavalli hanno di recente sostituito gli asini, “i sciccareddi”, i quali sono stati da sempre le cavalcature degli aspiranti sovrani; la rappresentazione è “Patrimonio culturale immateriale” ed è iscritta nel “Registro delle Eredità Immateriali della Sicilia” con il titolo: “I Misi ill’Annu di Rodì Milici”.
Ecco il video:

Merry Christmas

gifnatale017

Firefox 3.6 Minefield Vs Chromium

Si tratta di due alpha, quindi ancora niente di stabile. Tuttavia alcune impressioni unite a differenze significative nella concezione del browser delineano un quadro complessivo che permette n’analisi non troppo lontana da ciò che, verosimilmente, dovrà essere il prodotto finito. Innanzitutto i test:

[singlepic id=845 w=320 h=240 float=center][singlepic id=847 w=320 h=240 float=center][singlepic id=846 w=320 h=240 float=center]

Acid3 rivela come Chromium sia in assoluto il più performante, anche se a differenza degli altri due presenta un “link failed”,al secondo posto Firefox 3.6, ultimo l’attuale Firefox 3.09. Comunque, al di la dei test che raccontano spesso una visione solo parziale, occorre precisare che Chromium “crasha” in continuazione; normale, direte, è solo una alpha! Però se lo confrontiamo con Firefox 3.6, quest’ultimo risulta leggermente meno performante (94/100 vs 100/100) ma assolutamente stabile, nonostante anche questa sia una alpha. Ad onor del vero bisogna riconoscere che la “volpe” ha una tradizione consolidata nella costruzione dei browser e un background sicuramente più solido, con componenti abbondantemente testati (gecko… ?), mentre lo stesso non si può diro di Google, grande quanto volete, ma non ancora efficiente (in questo campo ovviamente…) e con componenti (webkit… ?) tutto sommato instabili.
In conclusione Chromium promette scintille e forse sarà il browser del futuro, tra parentesi a me piace molto la concezione delle thumbnails stile opera, ma Firefox non è ancora morto!

Wallpaper di kde4

Ulteriore step nel percorso di kde4, la scelta dei wallpaper. Il concorso indetto ad Agosto per la scelta dei 15 sfondi di default per kde4 è terminato e finalmente la giuria composta dai membri del kde artist (Riccardo Iaconelli, Kenneth Wimer, David Vignoni e Nuno Pinheiro) ha potuto operare la propria scelta. Questo è il mio preferito:

mentre la rassegna completa è stata pubblicata in anteprima sul blog di Riccardo Iaconelli. C’è da registrare peraltro la possibilità che ulteriori sfondi tra quelli partecipanti al concorso, si parla dei primi cento, vengano messi a disposizione degli utenti su uno dei siti di kde.

Google pack su linux?

Girando per la blogosfera ho trovato questo interessante post su Salamina’s blog e ho voluto provalo sulla mia kubuntu 7.10. Il post si riferisce alla possibilità di utilizzare il repo di google per installare le google apps.

 

Tuttavia ho riscontrato, qualcuno mi corregga se sbaglio, che il google pack non è ancora stato pacchettizzato, tanto è vero che ho potuto installare solo picasa e non, ad es. google earth.
Continua a leggere