Archivi tag: Amd

La bellezza di possedere una scheda Amd/Ati.

[singlepic id=555 w=320 h=240 float=left]Chiarisco subito che il titolo è ironico, mentre il mio tono è parecchio incazzato. Ricordate il solito bug delle Ati R350 (io ho la Mobility Radeon 9600, tanto per intenderci) che affliggeva il server X 1.5. Ne ho parlato abbastanza diffusamente in un post su Ubuntu 8.10, ed è ampiamente documentato nei vari forum. Riassumendo, niente driver closed per i possessori delle schede in questione che usano il server di cui sopra (in pratica niente fglrx su Ubuntu 8.10). Ci si aspettava una pronta rsipsosta da parte di Amd, ed è arrivata prorpio ieri sotto forma di alcuni pacchetti deb compilati da Bryce Harrington di Canonical e pienamente funzionanti, a detta sua, su X Server 1.6, quindi su Ubuntu 9.04. Caso vuole che sul mio laptop abbia giustappunto Jaunty Jackalope, così sotto con la prova: “un fiasco clamoroso”. Dove sta l’ inghippo ? In una “notiziuola” di qualche giorno fa, che, faccio mea culpa, mi è sfuggita: “A partire dalla release Catalyst 9.4 Amd/Ati non supporterà più i chip da R300 a R500″. Manco a dirlo, i driver pacchettizzati da Harrington sono una beta della versione 9.4. Che bellezza! Così dopo aver atteso più di 6 mesi che si degnassero di risolvere il bug che affliggeva la precedente versione di X Server, e “abboccando” all’ amo delle promesse su X Server 1.6 eccomi con i soli Radeon, i driver open source, “filosoficamente” eccezzionali, praticamente ancora inferiori ai closed source. Promesse da marinaio!

Debian 5.0 e Catalyst 9.2 Beta

Non potevo non installare Lenny, così appena rilasciata la “final release” l’ho fatto, ovviamente sul mio notebook idea progress, oramai usato per i test ( sotto l’aspetto didattico è impagabile, infatti presenta una miriade di situazioni problematiche). Tuttavia, onde preservare la mia fama di “smanettone”, dopo aver installato la distribuzione “regina della stabilità”, era mio dovere produrre un elemento che provvedesse a rendere il sistema meno stabile e quindi più problematico. Cosa fare ? Ma ricorrere ai driver Amd/Ati, è ovvio! Una bella beta, l’ ultima, la Catalyst 9.2.

[singlepic id=809 w=320 h=240 float=center] Mi aspettavo chissà quali impicci, e invece con l’ aiuto di un piccolo trucco tutto è filato abbastanza liscio. Secondo me è merito di Debian!

Download

da qui (ricordo che l’ uso di driver in versione beta è sempre un rischio quindi la responsabilità di eventuali danni dovuti al loro utilizzo è tutta a carico dell’ utente).

Installazione

#./Linux_catalyst_9.2_CES_09_preview_driver.run

Configurazione

#aticonfig --initial
#aticonfig --overlay-type=Xv

Correzione del modulo fglrx

# cd /lib/modules/fglrx/build_mod/
# ./make.sh1
# cd..
# ./make_install.sh
# reboot

Controllo

$ fgl_glxgears
$ fglrxinfo
$ glxgears
$ glxinfo | grep direct

Se il risultato è comparabile a quello che vedete negli screenshots di questo post allora i vostri driver sono belli e funzionanti!

[singlepic id=810 w=320 h=240 float=center]

  1. Richiede la presenza delle librerie necessarie alla compilazione

Niente driver Amd/Ati per Intrepid Ibex.

Come previsto i driver 8.10 di Amd/Ati da poco rilasciati non supportano XOrg 7.4, quindi niente Intrepid Ibex. I possessori di schede Ati aspetteranno gli 8.11 e, nel frattempo, dal 27 Ottobre (giorno previsto per il rilascio di Ubuntu 8.10) in poi, avranno modo di riflettere sull’”insostenibile leggerezza dell’essere”.

XOrg 6.8, 6.9, 7.0, 7.1, 7.2 or 7.3
Linux Kernel 2.6 and above
glibc version 2.2 or 2.3
POSIX Shared Memory (/dev/shm) support is required for 3D applications

AMD Catalyst 8.4

[singlepic=78,320,240,,]Oramai Ati/Amd non ci sorprende più. Dopo aver atteso da tempo immemorabile che Ati si decidesse a supportare in maniera decente il pinguino e AIGLX, c’è voluta l’acquisizione dell’azienda da parte di AMD per far si che questo accadesse. E si è andati oltre le più rosee previsioni, perchè dalla fine del 2007, periodo dello storico rilascio dei driver 8.42, i primi con supporto AIGLX, è stato tutto un crescendo di rilasci, miglioramenti, cambi di nome (Catalyst), fino all’attuale 8.4 “venuto al mondo” poche ore fa.
I cambiamenti di quest’ultima release sono minimi rispetto alla 8.3, qualche update di alcuni script, dei bug-fixes, e una correzione di aticonfig per mezzo della quale non andrà più in crash su Ubuntu 8.04.
Questa la pagina delle Release Notes e questo il link per il download.

Piangere di commozione…

Ragazzi AMD ha proprio deciso di farci commuovere. Dopo aver finalmente deciso di supportare in maniera più che decorosa linux e il mondo open source con i suoi driver con supporto AIGLX (ricordiamo a partire dagli 8.42) e tutto ciò che ne consegue, adesso decide di aprire la AMD Performance Library. APL, questo l’acronimo, è stata aperta sotto il nome di Framewave. Nel  comunicato AMD annuncia come suo obiettivo primario l’ottimizzazione delle performance di APL e l’espansione delle sue capacità attraverso l’interazione con la comunità degli sviluppatori. APL/Framewave è capace di una moltitudine di operazioni, da semplici processi matematici a trasformazioni e ottimizzazioni per ambienti multi-core; ad es. tra le operazioni supportate c’è anche la decodifica video H.264.
Il progetto Framewave oltre che al AMD Developer Center è ospitato anche su SourceForge.
Seguiremo attentamente…