Phoronix test suite 1.0.2 il benchmark di tuxmind

Nella giornata di ieri, 28 giugno, è stata rilasciata la versione 1.0.2 del phoronix test suite di cui avevo già postato in termini entusiasti (Phoronix test suiteIl benchmark di tuxmindPhoronix test suite 0.7.0), ovviamente con una serie di nuove features, il supporto ad opensuse 11, tre nuovi profili di test e alcuni fixes. Il download è a questo indirizzo (c’è anche il pacchetto precompilato Debian/Ubuntu), mentre per  l’uso dei comandi principali vi rimando al mio post Phoronix test suite. In questo contesto mi preme sottolineare come la quantità dei test sia aumentata, ce ne sono 61, e, soprattutto, l’estrema capacità di questa suite di benchmark di modulare le prove in base al singolo test o ad una suite, cioè ad un insieme di test raggruppati per aree; per esempio audio-encoding, video-encoding, gaming, multicore, pcqs-processor e così via…
Per eseguire singolarmente questi test occorre posiziionarsi nella directory in cui PTS (Phoronix Test Suite) è stata installata (nel caso del pacchetto deb /usr/bin) e lanciare il comando ./phoronix-test-suite benchmark audio-encoding, cambiando le ultime due parole al variare delle prove (es. video-encoding, gaming…). A questo indirizzo potete trovare i 61 test, qui sono raggruppati per suite mentre su PTS Global è possibile inviare i risultati. Buon divertimento!
Non vi viene voglia di provare? Io l’ho fatto ed ecco alcuni screenshots di test che ho effettuato con PTS 1.0.2 :
[singlepic=529,320,240,,] [singlepic=530,320,240,,]

Phoronix test suite

Qualche giorno fa, esattamente il 2 Aprile, Phoronix ha rilasciato la prima release del Phoronix test Suite, successivamente integrata con la 0.2 che integra nuove “features” insieme a qualche bugfix. Ma procediamo con ordine e iniziamo col dire che questa suite è una piattaforma di testing e di benchmarking per Linux i cui profili di benchmark sono XML-based e contengono i dati di ogni singolo test. Con questa release phoronix ha messo assieme un semplice set che provvede ad effettuare dei test immediati che comunque possono essere facilmente estesi e sviluppati. [singlepic=386,320,240,,]
Tra i suoi numerosi vantaggi, il Phoronix Test Suite è in grado di riconoscere automaticamente alcuni attributi importanti come il numero di core di CPU presenti o il numero di attività durante i test sulla compilazione GCC. Tuttavia la cosa che rende differente la Phoronix test suite da un insieme di scripts è il fatto che a test avvenuti i risultati sono visibili per mezzo del Phoronix Test Suite Results Viewer.
L’installazione è relativamente semplice e richiede come dipendenza il solo PHP5 CLI facilmente ottenibile su Ubuntu col seguente comando: sudo apt-get install build-essential php5-cli. Successivamente basta effettuare il download della suite a questo link ed eseguire alcuni semplici comandi:

  1. ./phoronix-test-suite benchmark universe (per tutti i benchmark);
  2. ./phoronix-test-suite benchmark <global ID> (confronto globale);
  3. ./phoronix-test-suite upload <saved name> (upload dei risultati);
  4. ./phoronix-test-suite merge-results <saved name #1> <saved name #2> <save to> (unione dei risultati di due test).

Cosa dire ? Nonostante sia ancora in fase di test, la prima versione completa (1.0) sarà rilasciata in estate, la suite sembra veramente un ottimo lavoro, uno strumento utile non solo al professionista, ma anche allo smanettone voglioso di imparare e di stare a contatto con le parti più “intime” del suo pc.
Così, buon divertimento a tutte e due le categorie!

Il benchmark facile è realtà

Phoronix ha rilasciato la versione 1.8 della sua suite per il benchmark e, questa volta con una GUI che rende le operazioni assolutamente alla portata di tutti. O quasi! Laddove, infatti, si riscontrano difficoltà è nell’ installazione dell’ interfaccia che necessita di alcune condizioni particolari per funzionare. Ma andiamo con ordine. Il pacchetto per Debian/Ubuntu (la mia prova è sulla beta di Jaunty) è reperibile qui, così come le istruzioni sulle dipendenze per installarlo (in pratica solo php5- cli installabile con il più classico dei sudo apt-get install php5-cli). per avere la GUI, invece occorre il modulo PHP-GTK 2 che non è stato ancora pacchettizzato, per cui si può scaricare da qui e installare seguendo queste istruzioni:
$ ./buildconf
$ ./configure
$ make
$ make install
successivamente occorre abilitare l’estensione PHP-GTK 2 nel file di configurazione php.ini che su jaunty si trova in /etc/php5/cli/php.ini scrivendo
extension=php_gtk2.so ora un bel reboot e poi basta digitare sulla shell
phoronix-test-suite gui ed ecco qua
[singlepic id=827 w=320 h=240 float=center][singlepic id=828 w=320 h=240 float=center]
Ulteriori informazioni sono reperibili su phoronix-test-suite.com. Buon benchmark a tutti!

Ubuntu 9.04 Beta vs Fedora 11 Beta

Segnalo su Phoronix un interessantissimo confronto tra le due beta di Ubuntu e Fedora. In attesa di effettuare un benchmark personalmente, ovviamente attenderò le release finali, l’impressione è quella di due grandi distro che differiscono più per scelte “politiche”, ad es. la decisione di rendere di default (Fedora)  il filesystem Ext4 piuttosto che lasciarlo come opzione (Ubuntu)  alla libera scelta dell’ utente, oppure l’introduzione del kernel mode setting piuttosto che Gnome 2.26.  In ogni caso non ci resta che attendere e, nel frattempo  studiare le caratteristiche dell’ una e dell’ altra per una scelta consapevole. Per adesso io sto con Ubuntu anche se l’impostazione grafica di Fedora… !

[singlepic id=825 w=320 h=240 float=center] [singlepic id=826 w=320 h=240 float=center]

Il benchmark a portata di tutti.

Oggi Phoronix ha annunciato che la sua suite per il benchmark avrà una GUI a partire dalla versione 2.0. Alcuni screenshots di questa interfaccia scritta in GTK 2.0 (richiede il modulo PHP GTK)  sono disponibili sul sito di phoronix e si riferiscono alle prime prove sulla release 1.8.0 Alpha 2. Veramente una bella iniziativa, naturale completamento del percorso iniziato circa un anno fa, che mette a disposizione di tutti gli strumenti per testare il proprio pc. Complimenti![singlepic id=814 w=320 h=240 float=center]