Archivi tag: Ibex

Intrepid Ibex è già qui!

Volete scaricare Ubuntu 7.10 8.10 senza aspettare i prevedibili intasamenti di domani? Andate su daily snapshot e troverete l’ultima versione aggiornata delle iso; con molta probabilità sarà la stessa di quella di domani.

Towards Kde 4.2: “Kde 4.2 su Intrepid Ibex”.

Sulla scorta del post “Kde 4.1 su Fedora 9” e riconoscendo i giusti meriti al mio conterraneo felipe per la sua “Kde 4.1 per Ubuntu Hardy, in un paio d’ore” ho deciso di riorganizzare le idee e creare questa guida per compilare Kde 4.2 su Intrepid Ibex. Prima di iniziare una precisazione: il procedimento che andremo ad eseguire non modificherà il vostro sistema se non nella parte dell’ installazione delle librerie necessarie al funzionamento del desktop manager, per il resto kde risiederà tutto in /opt/kde4, per cui sarà possibile, come vedremo, eliminare facilmente le tracce di questo nostro esperimento.

Iniziamo:

Pulizia

$: sudo aptitude remove libqca2 libqimageblitz4 libsoprano4 libstreamanalyzer0 libstreams0 libstrigiqtdbusclient0 libqca1c2 qca-dev

Abilitazione dei backports

decommentare la riga deb http://it.archive.ubuntu.com/ubuntu/ intrepid-backports main restricted universe multiverse

Aggiornamento

$: sudo aptitude update
$: sudo aptitude upgrade

Installazione librerie

$: sudo aptitude install build-essential cdbs debhelper cmake libxml2-dev libxslt1-dev libbz2-dev librdf0-dev shared-mime-info dbus-x11 libxkbfile-dev libgl1-mesa-dev libglu1-mesa-dev mesa-common-dev libxext-dev libjpeg62-dev libpng12-dev subversion libsm-dev libxinerama-dev libxrender-dev libfontconfig1-dev libboost-dev libxcursor-dev doxygen libungif4-dev libdbus-1-dev libgpgme11-dev libssl-dev libgpgme11-dev libasound2-dev kdesdk-scripts libpth-dev libjasper-dev ssh libxine-dev libglib2.0-dev libpcre3-dev libexpat-ocaml-dev libkipi0-dev libclucene-dev libclucene0ldbl libqt4-opengl-dev libexiv2-dev libqca2-dev libspectre-dev xsltproc libqt4-dev libxtst-dev libxdamage-dev libxcomposite-dev x-dev libical-dev

Kdesvn-build

Scaricate lo script di compilazione da qui e, dopo avere scompattato l’archivio, copiate il file kdesvn-build in /usr/bin. Adesso prendete il file di configurazione, copiatelo in una pagina del vostro editor preferito nominandolo .kdesvn-buildrc e salvatelo nella vostra home. Una piccola nota su questo file di configurazione: ho decommentato i moduli kdemultimedia, kdegraphics, kdenetwork e aggiunto kdeplasma-addons, per una esperienza più completa di kde. Naturalmente ciò comporta dei tempi di compilazione più lunghi, per cui iniziate, e poi magari andate al bar, al campo da tennis o dove vi pare; diversamente “ricommentate” e installate solo i moduli di base.

Compilazione

$: sudo kdesvn-build (installerete quanto impostato nel file di configurazione .kdesvn-buildrc).
Al termine del processo, se avete voglia di compilare ulteriori moduli aggiuntivi: $: sudo kdesvn-build nomemodulo (es. kdegames).
Continua a leggere

Installare VirtualBox 2.04 su Intrepid Ibex

Piccola guida all’installazione di VirualBox 2.04 sul “nostro” stambecco intrepido:

  1. Aprire il file sources.list

    sudo gedit /etc/apt/sources.list

  2. Inserire il repo

    deb http://download.virtualbox.org/virtualbox/debian intrepid non-free

  3. Ottenere la chiave pubblica e installarla

    wget -q http://download.virtualbox.org/virtualbox/debian/sun_vbox.asc -O- | sudo apt-key add -

  4. Aggiornare

    sudo apt-get update

  5. Installare VirtualBox tramite Synaptic o da shell.

[singlepic=704,320,240,,]

Intrepid ? La politica dei piccoli passi.

Prime impressioni sulla release finale di Intrepid Ibex. Oggi ho “montato” lo stambecco africano e, quasi quasi mi disarcionava. Piuttosto fiacca come battuta, ma, vi prego, passatemela! La nuova creatura di Canonical si è dimostrata subito in linea con la tradizione di stabilità e potenza, conservando tuttavia i difetti tipici di questa distribuzione: la scarsa velocità delle operazioni di apertura e chiusura, il design decisamente minimalista di GnomeNiente driver Amd/Ati per Intrepid Ibex.“,circa la possibilità offerta dagli 8.11 beta già presenti nei repo di Canonical, ho dovuto constatare ancora l’impossibilità di installare i driver ati proprietari (mandano in tilt il mio server X).
Novità positive, invece, riguardano il nuovo look del gestore delle partizioni che rendono l’esperienza di installazione decisamente più facile, ottimo per i “niubbi”, l’ opzione di Nautilus per la visualizzazione a schede dei file, il nuovo network manager 0.7 che permette una gestione più flessibile delle reti (wired, wireless, ppp, vpn, dsl), l’ultima release del famoso gimp (versione 2.6),

[singlepic=701,320,240,,]

l’ introduzione dell’ account guest che aumenta il livello di sicurezza, buono, ad esempio, per chi volesse prestare il pc all’amico che deve scaricare la posta. Proprio in ragione del rinnovato impegno per la sicurezza si inquadra la nuova funzione che offre la possibilità di criptare la propria home directory, così che soltanto l’utente proprietario possa accedere ad essa. Infine l’ultima nota di rilievo è quella specie di menu che vedete in alto a destra, il quale raccoglie tutte le funzioni di chiusura sessione, restart, ibernazione, sospensione e arresto.

[singlepic=700,320,240,,]

Insomma niente grandi novità, nemmeno sotto l’aspetto grafico, ma solo piccoli aggiustamenti e qualche bugfix per uno stambecco dal quale mi aspettavo sinceramente di più.

  1. Questione di gusti, personalmente trovo Gnome un grandissimo desktop manager che avrebbe bisogno di uno scatto verso la versione 3. Sarà l’effetto di Kde 4… Boh!