Chi vuole Lancelot?

Dopo aver installato kde 4.1 con la guida postata in precedenza e aver arricchito il tutto con un bel sudo apt-get install kdeplasma-addons mi è venuta una irresistibile voglia di vedere da vicino i progressi del “nostro” Ivan Čukić nella costruzione di Lancelot. [singlepic=568,320,240,,] Ecco quindi che sono ritornato al mio antico amore, la compilazione:

Prerequisiti:
Se la versione di kde installata è quella tramite pacchetti precompilati (es. seguendo la mia guida Kde 4.1, facile su Ubuntu Hardy in 5 passi ) basta aggiungere il client svn, Python 2.5 o superiore e cmake, se invece avete compilato la versione “trunk” avrete già sicuramente installato tutte le librerie di sviluppo

Installazione:
Modificare il file ~/.bashrc aggiungendo queste righe:
export YACC=’byacc -d’
export QTDIR=/usr/lib/qt4
export KDEDIR=/usr/lib/kde4
export KDEDIRS=$KDEDIR
export DBUSDIR=/usr
export PKG_CONFIG_PATH=$DBUSDIR/lib/pkgconfig:$PKG_CONFIG_PATH
export PATH=$QTDIR/bin:$KDEDIR/bin:$PATH
export LD_LIBRARY_PATH=$QTDIR/lib:$KDEDIR/lib:$LD_LIBRARY_PATH
eval `PATH=$DBUSDIR/bin $DBUSDIR/bin/dbus-launch –auto-syntax`
;
Scaricare i sorgenti: svn co svn://anonsvn.kde.org/home/kde/branches/work/lancelot/kde4.1-backport lancelot;
entrare in ..lancelot;
creare una cartella dedicata alla compilazione (si mantiene intatta lancelot in maniera da non dover più effetuare il download in caso di errore), mkdir compila;
entrare in ../lancelot/compila;
digitare cmake -DCMAKE_INSTALL_PREFIX=$KDEDIR -DCMAKE_BUILD_TYPE=release ../;
ora make e make install.
Io ho dovuto anche copiare manualmente il file org.kde.lancelot.service da /usr/lib/kde4/share/dbus-1/services/ a /usr/share/dbus-1/services forse a causa di un errore nel setup di DBus.
Ricordo che è solo una alpha anche se abbastanza stabile e, secondo me, non troppo lontana dalla versione definitiva, quindi chi vuole Lancelot, compili.

Finalmente Lancelot!

Oramai lo hanno capito tutti il sottoscritto è un entusiasta di kde 4, tanto da seguirne gli sviluppi passo passo e da scriverne spesso in proposito. Tra l’altro ho appena finito di aggiornare la mia ubuntu gutsy con l’ultimo rilascio del “draghetto” (versione 796079). Tuttavia la mia esperienza con i nuovi menu raptor e lancelot, che dovrebbero sostituire kickoff, non è stata fino adesso entusiasmante. Del primo ho già detto, mentre lancelot… .

[singlepic=412,320,240,,] 

Ho provato con kdesvn-build extragear/plasma, ma niente menu; a tal proposito ho chiesto a Čukić, il suo creatore, il quale mi ha risposto dicendo che, in questo momento, lancelot è escluso da ATM (tutti i plasmoidi in C++ che necessitano della compilazione) e che quando sarà pronto (forse non tanto presto, visti i cambiamenti piuttosto notevoli che sta attraversando Plasma) ne darà immediatamente comunicazione sul suo blog.
Allora mi sono detto, lo compilo da me usando cmake. Ebbene dopo aver superato diversi scogli, il primo grazie a trevino e ad un suo commento sul blog di seigo, gli altri grazie a me stesso (ad es. cmake non riusciva a trovare il file puck.py, risolto grazie alla modifica del file …lancelot.dir/build.make) ecco che inceppo in un ulteriore errore che non sto nemmeno a documentare tanta è la inc…ura. Ricommento con Čukić il quale dice di non avere tempo per scrivere un FindPuck cmake script e che per ora Lanceolt è usabile, ma solo per lui.
Passa qualche giorno e mi decido a scrivere questo post per mettere tutti i lettori di tuxmind a parte del problema, quando durante questa stesura mi sono detto riprovo:

  • mkdir …kde4/extragear/plasma/applets/lancelot/lancelot-build
  • cd …kde4/extragear/plasma/applets/lancelot/lancelot-build
  • cmake -DCMAKE_INSTALL_PREFIX=$KDEDIR -DCMAKE_BUILD_TYPE=debugfull ../../lancelot
  • make
  • make install

Incredibile! Compilato e installato in meno di un minuto. Che il buon Čukić abbia provveduto ? A dire il vero ho dovuto superare anche un altro ostacolo, ma niente di trascendentale. Lo script di installazione copia il file org.kde.lancelot.service in …kde4/share/dbus-1/services/, mentre il mio dbus è in /usr/share… . Basta fare: cp …kde4/share/dbus-1/services/org.kde.lancelot.service /usr/share/dbus-1/services.
Ecco il mio Lancillotto:

[singlepic=411,320,240,,]

P.S. Il titolo originale di questo post era: Lancelot solo per Čukić ?
Cambiato in corso d’opera.

Lancelot brainstorming

Il “nostro” Ivan Čukić ha aperto sul forum di kde 4.2 un topic dedicato alla sua creatura, Lancelot il menu di kde 4 di cui ho spesso postato, per discutere delle nuover features che vorremmo vedere implementate in quello che, a mio parere, è la più credibile alternativa a kickoff. Considerate che ci avviciniamo a grandi passi al rilascio di kde 4.2 (gennaio), quindi se avete suggerimenti affrettatevi.

[singlepic=664,320,240,,]

Kde 4.1++

Era da circa una decina di giorni che non compilavo kdesvn così ho voluto scoprire le novità soprattutto in rapporto al fresco rilascio di kde 4.1.1. Ad una prima sommaria analisi di questo kde 4.1++ (è quanto scritto all’avvio di kdm) riscontro un cambiamento dell’ icona device notifier

  [singlepic=583,320,240,,] e la release finale di Lancelot (questa a dire il vero ottenuta con kdesvn-build kdeplasma-addons). [singlepic=586,320,240,,]

Mi piace molto la nuova vesta grafica di Lancelot, ma ancora di più ammiro questa nuova concezione del menu che può fare a meno del click del mouse, basta semplicemente passarci sopra;

 [singlepic=585,320,240,,] inoltre le freccette laterali [singlepic=587,320,240,,]

che permettono di scorrere fluidamente e anche in modo gradevole le varie voci del menu sono una chicca, complimenti al nostro Ivan Čukić. Guardate poi dolphin con questa nuova divisione dello spazio e la shell inglobata nella finestra.

[singlepic=584,320,240,,]